Il monachesimo è uno dei fenomeni più significativi dell’Egitto cristiano. Nato intorno alla seconda metà del III secolo si diffuse rapidamente in tutto il paese, acquistando di volta in volta caratteri e forme diverse. Sant’Antonio, San Paolo di Tebe, Macario e Pacomio furono alcune delle principali personalità che ispirarono una vita di preghiera in solitudine o in collettività separate dal resto degli uomini. I grandi complessi monastici di Nitria, Celle e Scete, in Basso Egitto, così come i monasteri della congregazione pacomiana in Alto Egitto, ispiratori del modello occidentale, furono tra i principali del paese. Tra queste due aree si colloca l’esperienza monastica del Medio Egitto, di cui l’autore è riuscito a identificare gli aspetti di marcata originalità attraverso l’analisi attenta delle fonti, in lingua copta, greca e araba, e la raccolta delle testimonianze archeologiche. Quest’area, generalmente trascurata dagli archeologi, è stata in questi ultimi anni oggetto di approfonditeindagini sul terreno, che hanno contribuito a meglio delineare il carattere del monachesimo locale. Il volume riscrive quindi la storia di questo fenomeno, dalle sue prime esperienze, legate a personalità importanti quali Apollo di Bauit e Giovanni di Licopoli, all’epoca successiva al Concilio di Calcedonia (451), caratterizzata dalla fondazione di comunità di tipo pacomiano, fino all’invasione araba (641) e alla spedizione napoleonica del 1798, quando gli studiosi occidentali ne riscoprirono le testimonianze.

Peso 0.8000 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il cristianesimo nel Medio Egitto”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 Tau Editrice - Via Umbria 148/7 - 06059 Todi (PG) - Iscrizione registro Imprese PG - 205459 - P.IVA 02265070546 - e-mail: taueditrice@pec.it