San Giuseppe è il più santo dei santi, tanto che san Gregorio nazianzeno (330-390) scrive: “il Signore ha riunito in Giuseppe come nel sole, tutta la luce e lo splendore degli altri santi tutti insieme”. I testi apocrifi, raccolti, ci aiutano a comprendere meglio l’ambiente del primo cristianesimo e a collocare la vita di Giuseppe nel contesto della Galilea di I secolo, mettendo in luce l’umanità di un uomo che per volere di Dio è stato chiamato a prendersi cura di suo Figlio. L’apocrifo Storia di Giuseppe falegname del II-III secolo è l’unico scritto che parla della vita e della morte di Giuseppe, una pietra preziosa che arricchisce la corona dell’Incarnazione. In agonia Giuseppe, confortato da Gesù e Maria, fa la sua professione di fede: “O Gesù nazareno, Gesù mio consolatore, Gesù liberatore della mia anima. Gesù mio protettore. Gesù, nome soavissimo sulla mia bocca e su quella di tutti coloro che lo amano. Nella storia della devozione san Giuseppe è invocato come il Patrono della Chiesa universale e protettore dei poveri, esuli, dei padri e degli sposi.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Storia di Giuseppe falegname”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Per accedere ai contenuti della cartella stampa, richiedi l'accesso inviando una email a redazione@editricetau.com
© 2022 Tau Editrice - Via Umbria 148/7 - 06059 Todi (PG) - Iscrizione registro Imprese PG - 205459 - P.IVA 02265070546 - e-mail: taueditrice@pec.it