a cura di Fondazione Migrantes

con il contributo speciael di Amir Issaa

Il RIM Junior nasce con l’obiettivo di raccontare ai ragazzi, in un linguaggio semplice e accattivante, la mobilità italiana nel mondo. Il tema del volume di quest’anno sono i pregiudizi e gli stereotipi vissuti dai nostri connazionali nel mondo.

Seguendo le avventure di donne e di uomini italiani emigrati nei cinque continenti del Pianeta, scopriremo come la loro vita sia stata segnata dai pregiudizi vissuti, ma anche come questi siano stati superati e molto spesso ribaltati in positivo.

Racconteremo storie allegre e addirittura barzellette, come quella dell’inglese, il francese e l’italiano che si incontrano a Roma e… Scopriremo perché Mazzini scriveva lettere alla madre fingendosi donna ma parlando dei suoi baffi, come mai gli studenti di Alfred Korzybski non gradirono i biscotti offerti dal loro professore e in che occasione il candido latte è diventato un alimento razzista. Capiremo perché i due piccoli italiani fidanzati di “Tina und Marina” andavano ogni giorno alla stazione e come mai i cittadini di Bedford erano indecisi se importare italiani o mattoni. Ci commuoveremo leggendo la triste storia di Nick and Bart, e del linciaggio di Aigues-Mortes. Incontreremo il perfido Al Capone e l’integerrimo Joe Petrosino. Vedremo chi calcava un po’ la mano vendendo verdure e scopriremo perché l’imperatore Mutsuhito voleva solo artisti italiani per far sorridere le statue nipponiche e anche come mai i tunisini imparano a parlare il siciliano all’Università.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “RIM JUNIOR 2020. Il Racconto degli Italiani nel Mondo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Per accedere ai contenuti della cartella stampa, richiedi l'accesso inviando una email a redazione@editricetau.com
© 2022 Tau Editrice - Via Umbria 148/7 - 06059 Todi (PG) - Iscrizione registro Imprese PG - 205459 - P.IVA 02265070546 - e-mail: taueditrice@pec.it