«Quel poco che io ricordo e posso dire del mio amato fratello»

Suor Maria Clotilde Ghezzi racconta Fra Giuseppe
15,00

«La lettura della corrispondenza tra Madre Clotilde e Fra Giuseppe e altamente edificante. Risveglia nei cuori l’amore al Crocifisso, l’adorazione al Santissimo Sacramento, la devozione alla Beata Vergine Maria, ma soprattutto suscita l’ammirazione e l’imitazione del Venerabile, eroico nella scelta di una vita di povertà, di silenzio, di mortificazione e di sopportazione paziente delle numerose…

Esaurito

ISBN: 978-88-6244-757-7
Category:

Descrizione

«La lettura della corrispondenza tra Madre Clotilde e Fra Giuseppe e altamente edificante. Risveglia nei cuori l’amore al Crocifisso, l’adorazione al Santissimo Sacramento, la devozione alla Beata Vergine Maria, ma soprattutto suscita l’ammirazione e l’imitazione del Venerabile, eroico nella scelta di una vita di povertà, di silenzio, di mortificazione e di sopportazione paziente delle numerose afflizioni quotidiane. Per tutti, è un salutare richiamo al ritorno all’essenziale della vita cristiana».

(Dalla prefazione del Card. Angelo Amato, SDB)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “«Quel poco che io ricordo e posso dire del mio amato fratello»”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per accedere ai contenuti della cartella stampa, richiedi l’accesso inviando una email a redazione@editricetau.com

Ultime uscite