Il libro è diviso in tre parti. La prima si occupa della frase “non c’indurre in tentazione”: l’autore fornisce elementi tecnici che permettono di comprendere che il testo originale vuol dire “non farci condurre dentro la tentazione”; la seconda si sofferma su alcuni argomenti connessi con la preghiera e le dinamiche della fede. In particolare, considera la preghiera e la vita di fede immerse nei condizionamenti delle culture umane, con tutti i limiti che queste comportano. In ogni caso è possibile la santità, purché la persona credente conservi un cuore onesto, sincero e puro. La terza parte approfondisce alcune tematiche affrontate nella prima.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Non c’indurre in tentazione”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Per accedere ai contenuti della cartella stampa, richiedi l'accesso inviando una email a redazione@editricetau.com
© 2022 Tau Editrice - Via Umbria 148/7 - 06059 Todi (PG) - Iscrizione registro Imprese PG - 205459 - P.IVA 02265070546 - e-mail: taueditrice@pec.it