Questo volume, L’Ordine Sacro oltre, è il primo di una breve serie dedicata ai sette sacramenti. Ne è autore Antonio Santantoni, per molti anni docente di liturgia ad Assisi e in diverse università e facoltà teologiche romane. La serie ha un titolo che è già una dichiarazione d’intenti: Sacramenti oltre: oltre la crisi, oltre la storia, oltre gli abusi e gli errori. Oltre la stessa tradizione del secondo Millennio. Per ritornare alle sorgenti.
L’Autore è un nome noto ai cultori di liturgia. La sua tesi di laurea, nata nell’aula conciliare dove, giovanissimo, aveva quotidianamente accesso, ha suscitato l’interesse di autori di fama internazionale ed è ancora oggi un testo di riferimento per molti che vogliano avvicinarsi al rito e ai testi dell’ordinazione episcopale (L’Ordinazione Episcopale. Storia e teologia dei riti dell’ordinazione nelle antiche Liturgie dell’Occidente, Roma, Editrice Anselmiana, Analecta liturgica 2; 1976). I contenuti e lo spirito di quell’opera prima sono riproposti in questo volume che però si differenzia molto da quello: altri sono i problemi che oggi la Chiesa è chiamata a fronteggiare e a risolvere. Non più i grandi problemi teologici, quali la sacramentalità e la collegialità dell’episcopato, ma assai più quelli della vita di ogni giorno della Chiesa: ruolo dei diaconi permanenti, celibato dei preti e, soprattutto, più dirompente degli altri, se i ministeri ordinati convengano pure alle donne.
Con la chiarezza e la franchezza che lo distingue, l’Autore non si tira indietro davanti a nessuno di questi problemi, ma per tutti indica nuove possibili piste da seguire, anche le meno scontate e le più coraggiose. Le sue risposte si basano su ricerche e riflessioni assolutamente originali: non sulle parole dei teologi e neppure su quelle del magistero ufficiale, ma unicamente su ciò che la liturgia dice di sé stessa e dei misteri che sta celebrando. In questa ricerca la sua stella polare è stata l’aurea regola di Prospero d’Aquitania: si creda ciò che si prega e secondo ciò che si prega: «la regola della preghiera (lex orandi) sia di regola alla fede (legem statuat credendi)». È la liturgia la regola aurea della fede. Non può essere vero il contrario. Se non si vuole aprire la porta a ogni arbitrio di sognatore o di eretico.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’ordine sacro oltre”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Per accedere ai contenuti della cartella stampa, richiedi l'accesso inviando una email a redazione@editricetau.com
© 2022 Tau Editrice - Via Umbria 148/7 - 06059 Todi (PG) - Iscrizione registro Imprese PG - 205459 - P.IVA 02265070546 - e-mail: taueditrice@pec.it