Il battistero di San Giovanni in Fonte – uno dei più antichi monumenti superstiti nell’Insula episcopalis di Napoli – da sempre noto agli studiosi, è stato portato all’attenzione da Jean-Louis Maier, che nel 1964 gli dedicò quello che fino ad oggi era l’unico studio monografico sull’edificio e sulla sua decorazione. Nonostante l’approccio innovativo, l’opera comincia a risentire dei segni del tempo, soprattutto a seguito degli scavi e dei restauri degli anni Settanta e Novanta del secolo scorso e delle recentissime riletture dei dati archeologici che hanno permesso, almeno in parte, di fare chiarezza sulla situazione topografica e monumentale dell’isolato del Duomo. La revisione dei mosaici, conservatisi in buona parte, consente di collocare la loro esecuzione nel vivace giro di esperienze che anima lo scorcio del IV e l’inizio del V secolo d.C. In questo particolare frangente, caratterizzato da un fitto dialogo tra personaggi di spicco della gerarchia ecclesiastica, si consumano una serie di esperienze eterogenee, improntate però alla medesima idea di fondo: rinnovare il ricco patrimonio figurativo paleocristiano, rimanendo fedeli alla tradizione. E sarà proprio questa la linea-guida del programma decorativo del battistero di Napoli, testimoniata dalla selezione dei temi, che accanto alla profonda riflessione sul sacramento battesimale evidenzia il carattere volitivo del suo committente, da identificare con il vescovo Severo, consapevole e informato dell’attività dei suoi più celebri contemporanei.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “I mosaici del battistero di San Giovanni in Fonte a Napoli”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 Tau Editrice - Via Umbria 148/7 - 06059 Todi (PG) - Iscrizione registro Imprese PG - 205459 - P.IVA 02265070546 - e-mail: taueditrice@pec.it